Category Archives: Segnalati da noi

Le terme dei Papi. Dove Viterbo si scopre.

Piscina di notte al sabato Le giornate d’inverno con il sole, fredde e pungenti, luminose, azzurre, sono il tempo in cui a Viterbo, alle terme, puoi trovare, nell’acqua calda di una monumentale piscina, signore che si scambiano i pettegolezzi più gustosi della città, gruppi di ragazzi che si crogiolano nell’acqua, amanti clandestini, vecchi pensionati che chiacchierano di politica, giovani fidanzatini che pomiciano con tenerezza. Insieme, ovviamente, con i turisti del fine-settimana mordi e fuggi in vena di coccole e relax.
Fra i vapori bollenti della sorgente del Bullicame e l’aria esterna frizzante, ci si può esercitare in un’arte troppo spesso trascurata: quella di sparire al mondo esterno ed ascoltare, sintonizzarsi sulle parole delle persone che ti stanno intorno, con discrezione, senza invadenza, per capire come e cosa pensano, cosa le preoccupa, cosa riempie le loro giornate. Ascolti in silenzio, sorridendo dentro te, godendoti il tepore dell’acqua ed il calore involontario di gente sconosciuta e viva. Ti fermi per qualche ora ad osservare, registrare, sostituendo nella mente i tuoi pensieri con quelli degli altri.

Roma – libreria enoteca Peak Book

logo.jpgUna libreria di montagna. A due passi da Castel Sant’Angelo, nel cuore di Roma.

Ti accoglie un ambiente molto caldo, con scaffali ordinati e pieni di spunti. Il catalogo di libri è vastissimo: più di 3500 titoli, in italiano ed in lingua originale, che vanno dai manuali alpinistici ai reportage fotografici, ai saggi, alla narrativa.

Ci sono le bellissime guide di Versante Sud e moltissimi introvabili di case editrici specializzate e lontane dalla logica della grande distribuzione. Accanto ad essi trovano posto libri di viaggio, le immancabili lonely planet e tutto quello che un viaggiatore può desiderare, non soltanto per la montagna.

C’è un angolo dove ci si può rilassare, magari sfogliando, magari sorseggiando un Alto Adige passito o una Berta e scegliere la prossima destinazione accompagnandosi con uno degli ottimi vini dell’Arco alpino o delle 40 etichette diverse di grappe.

Ricchissima la cartografia. Sono raccolte le carte sentieri di tutto l’arco alpino e degli Appennini. Introvabile altrove la cartografia a colori 4Land Cartography, realizzata a partire da una base dati vettoriale e particolarmente adatta per chi usa il GPS.

E poi ancora in vendita gli ultimi modelli dei GPS Garmin e la possibilità, sempre mentre sorseggiate un buon vino, di navigare su internet e consultare la cartografia digitale.

Allestita anche un’esposizione e vendita permanente di foto d’autore.

Libreria enoteca Peak Book

via Arco dei Banchi 3/a 00186 Roma (centro, zona Corso Vittorio)

www.peakbook.it

 

ROMA – Libreria del Viaggiatore


logo.jpgE’ una bottega piccola e in eterna penombra, con scaffali alti e pieni di libri legati in qualche modo al viaggio e a luoghi particolari. Ci trovate davvero di tutto, dagli autori più noti a quelli meno conosciuti, italiani e stranieri. Una bella sezione di libri fotografici, le immancabili guide della Lonely Planet, le Rough Guides, una serie molto assortita di carte turistiche e da trekking. La libreria è luogo di ritrovo del FAI, il Fondo per l’Ambiente Italiano, ed è al centro di molte iniziative legate al viaggio e alla diffusione della cultura dell’ambiente e del patrimonio artistico. Il signor Bruno (non Giordano) è una persona molto cortese e quando gli ho chiesto se avevano un sito internet mi ha guardato come uno che si sente colpevole ma non può farci nulla: no, il sito internet non ce l’hanno. Però non importa, perché secondo me è una tappa obbligata per chi ama il viaggio e la letteratura.

via del Pellegrino, 78

tel. 06/68801048 

segnalato da CR42Falco

Passeggiata romana per libri

[…]il ciclo della vita è settimanale: forse è questo il segreto della sua saggezza. Nessuno fa programmi oltre la domenica, giorno in cui tutti si danno al bel tempo, come se il mondo dovesse finire all’indomani. Oltre la domenica c’è il Nulla, il tempo perde ogni significato. Questo costume si deve allo spavento che qui provarono nell’anno Mille, quando la fine del mondo fu data per certa dai profeti. D’allora il cittadino si tiene pronto: e se la fine del mondo avverrà di lunedì, morirà soddisfatto e senza sorprendersi.[…]

[…]Si vive in questa città troppo bella, amandola, maledicendola, proponendosi ogni giorno di lasciarla e restandoci. L’indifferenza delle sue fontane, delle sue donne, delle sue mura fa perdere allo straniero ogni fede in se stesso. O mia capitale!

Ennio Flaiano – Diario Notturno. 1945

Ieri gironzolavo per le strade intorno a Corso Vittorio Emanuele, alla ricerca di una libreria che ho scoperto non esistere più. Una di quelle librerie piccole piccole che la fretta e la grande distribuzione stanno facendo scomparire. Sono rare le occasioni per passeggiare senza meta in città, in un mattino di un giorno feriale. Quasi mi assaliva un senso di ansia, di colpevole inquietudine. Questa parte della città è forse quella che amo di più, così ricca di vicoletti e strade nascoste, di scorci meno noti, di lapidi pontificie, di negozi d’antiquariato, di botteghe d’arte, di artigianato. Sono rimasto stupito da quanta gente riempisse le vie del centro, andando per saldi. E mi sono tornate alla mente le parole caustiche di Ennio Flaiano che descrive la Capitale del Paese dei Poveri. Mi ha sorpreso la loro attualità, nonostante fossero state scritte in una Roma ancora semi-distrutta dalla guerra. L’aria era frizzante e piacevole come soltanto può esserlo un giorno di pausa dal lavoro preso giusto per staccare la spina dalla tremenda routine di un ufficio. Non è stata una passeggiata persa, perché girovagando senza più una meta precisa mi sono imbattuto in tre librerie che vi segnalo:

ROMA – libreria “Alicelibri”

logo.jpgAll’interno un ambiente molto semplice ed elegante, un pianoforte a coda proprio davanti all’uscio, i libri sistemati in scaffali molto ordinati. Ci sono anche i best-seller del momento, ma a dominare la scelta è la buona letteratura, italiana e straniera. La signora Francesca mi spiega che la libreria è anche un luogo d’incontro di lettura e di scambio culturale, punto di partenza per l’organizzazione di mostre, dibattiti, escursioni nei luoghi dell’arte e della storia. Alla libreria è legata l’Associazione Culturale “Genius Loci”. Alicelibri è anche agenzia di viaggi, ma sembra che non proponga pacchetti pre-confezionati. A decidere siete voi. Vi consiglio di andare a dare un’occhiata e piluccare fra gli scaffali con tutta la calma che volete.

ROMA – piazza della Chiesa Nuova, 21/a 22

tel. 06/68308818

www.alicelibri.it

info@alicelibri.it

 

segnalato da CR42Falco

Powered by WordPress | Theme Designed by: Free WpThemes Blog | Thanks to http://porada.blog.onet.pl, freewpthemesblog.com and WPT