Category Archives: Libri e guide in viaggio

Magnum Photos – la fotografia d’autore online.

Magnum Photos è una cooperativa internazionale di fotografi, con agenzie principali a New York, Parigi, Londra e Tokyo, sedi minori in tutto il mondo.
Fondata nel 1947 da Robert Capa, David Seymour, William Vandivert, Henri Cartier-Bresson e George Rodger per dare un senso all’enorme lavoro di documentazione che questi grandi fotografi svolsero durante la seconda guerra mondiale, la Magnum è legata alle immagini più significative ed emozionanti del ventesimo secolo.
Il suo archivio contiene più di 350.000 foto disponibili online, che spaziano dal foto-giornalismo, ai documentari di viaggio, alla cronaca, ai reportage di guerra.
I podcast ed i videopodcast, fra i più autorevoli e seguiti al mondo, sono una vera miniera di suggerimenti ed esempi da studiare per chi è appassionato di fotografia.
Nello store è possibile ordinare i celeberrimi books fotografici direttamente online.

Le Guide Rosse del Touring Club in edicola con Panorama.

la LiguriaLa storia delle «mitiche rosse» comincia 93 anni fa, quando il Touring Club Italiano decise di pubblicare, per la prima volta nel nostro Paese, guide turistiche curate da grandi esperti d’arte.
E dal 1914 a oggi sono stati diffusi oltre 8 milioni di Guide Rosse, sempre eleganti nella loro inconfondibile veste di stoffa porpora e fine legatura, così ricche di informazioni da essere riconosciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come il più completo repertorio «per la conoscenza unica sulla consistenza, qualità e localizzazione del patrimonio storico-artistico del nostro Paese».
Panorama, a partire dal 23 marzo, propone l’opera completa, aggiornata al febbraio del 2007, a 11,90€ il volume (più il prezzo del giornale).
Un punto di riferimento indispensabile, non solo per i
viaggiatori colti e curiosi, ma anche per gli studiosi e per chiunque
voglia approfondire la conoscenza delle meraviglie d’Italia.
Non perdetevele!

Lois on the Loose – in moto attraverso le Americhe.

Un viaggio di ventimila miglia attraverso le Americhe, dall’Alaska a Ushuaia, nella Terra del Fuoco.
Una bella donna dai capelli rossi e la sua motocicletta, una vecchia ma gloriosa Yamaha XT225 Serow.
Un libro fresco e divertente, pieno di aneddoti, storie di persone incontrate lungo la strada, motociclisti in movimento e gente comune; esperienze, consigli di viaggio per sfatare il mito della motocicletta come mezzo esclusivamente maschile e dimostrare una volta per tutte che una donna può viaggiare da sola anche attraverso strade poco battute.
Solo in inglese.
Da ordinare direttamente su Amazon o attraverso il sito web di Lois Pryce.

Atlante del viaggiatore. Strumenti utili per pianificare i tuoi viaggi

Sicuramente gli manca il “calore” di un diario di viaggio, sicuramente non evoca i ricordi di chi un viaggio l’ha realmente fatto, altrettanto sicuramente non trasmette le emozioni e le sensazioni di chi ha scattato una foto, ma l’Atlante del viaggiatore è comunque un’utilissima guida per chi deve intraprendere un viaggio, sia questo una vacanza, un viaggio di lavoro o un itinerario esplorativo in qualsiasi parte del mondo.
Ad ognuno dei 193 Stati del mondo è dedicata una scheda piuttosto dettagliata che contiene tutte le informazioni utili per l’organizzazione di un viaggio: temperature e condimeteo stagionali, indirizzi e recapiti utili, formalità di ingresso, cenni storici e siti di possibili interesse relativi a quel Paese. Ogni scheda è anche corredata di una o più cartine topografiche che riportano, tra le altre cose, anche itinerari turistici e luoghi di particolare interesse storico, politico, artistico e paesaggistico.
L’opera è completata da 36 mappe tematiche a colori che presentano e localizzano, in modo molto immediato e intuitivo, le risorse energetiche per aree geografiche, le lingue di maggiore diffusione, le principali religioni e una serie di dati demografici, climatici e urbanistici aggiornatissimi che possono essere utili nell’organizzazione di un viaggio.

Atlante del viaggiatore – Rizzoli Larousse, 2006 – 20 €

Carlo Cambi: “Il Gambero Rozzo 2007”

Il Gambero Rozzo 2007_1.jpgEntro o non entro ? È il dilemma che mi assale ogni volta che, con un po’ di tempo a libero a disposizione, mi ritrovo davanti ad una libreria: beh anche stavolta … ho ceduto e mi sono avventurato tra gli scaffali ricolmi di libri.

Al solito, non ne sono uscito indenne e, tra gli altri libri, mi è rimasto “incollato alle mani” anche Il Gambero Rozzo 2007, una vera e propria guida contromoda alle trattorie e alle osterie d’Italia. Non si tratta di una Guida Michelin all’italiana ma di un viaggio alla riscoperta dei sapori tradizionali e genuini, decisamente controcorrente rispetto a quanti -critici e “intenditori”- ritengono che chi non cucina “strano” non meriti “stelle” o “forchette d’oro”. Il motivo ispiratore di questo viaggio alla ricerca di locali tipici, cibo delizioso e conto leggero è la “gastrosofica” considerazione: più che una questione di etichetta è una questione di forchetta.

Corrado Augias – I segreti di Roma

Roma è un viaggio che non puoi compiere in una vita intera. E’ una città frustrante per chi crede di impossessarsi della sua storia, delle sue storie, della sua bellezza e dell’indolenza della sua gente.

Da qualche settimana è uscito in edizione economica un volumetto che vale la pena di leggere camminando per la città con l’ausilio di una mappa o di una guida rossa del Touring club, ad esempio.

Il titolo non è molto azzeccato, perché le storie che vi si raccontano hanno ben poco di nascosto o misterioso. Ma immagino si tratti di ragioni di marketing.

Going the extra mile: il manuale del “culo di ferro”.


L’ Iron Butt Rally è una cosa per persone toste o per pazzi furiosi. Dipende da che punto di vista lo vuoi vedere. Già, perché se vuoi diventare un vero “culo di ferro” con tanto di certificato e riconoscimento internazionale della Iron Butt Association, ti devi sparare 11.000 miglia in moto in 11 giorni. Cioè 17.699 chilometri, facciamo 17.700.

Le strade dell’America sono bellissime, larghe, dritte, deserte. Finisce che per rimanere sveglio ti devi installare il lettore mp3. Per non stancarti il polso devi sistemare una leva di regolazione dell’acceleratore.

Devi cambiare la sella con qualcosa di più confortevole di una semplice imbottitura in gommapiuma. Ti devi installare il parabrezza aggiuntivo. E per non perderti, il GPS. E se il GPS si scassa, il GPS ausiliario. E poi c’è la polizia, con i suoi bastardissimi rilevatori radar che ti fregano subito se superi le 80 miglia all’ora. E quindi ci vuole anche il dispositivo di rilevazione dei rilevatori della polizia.

Diciassettemilaesettecento chilometri in 11 giorni sono 1609,09 periodico chilometri al giorno. Che se te li fai ad una media di 100 chilometri all’ora sono sedici ore al giorno con le chiappe sulla sella.

Powered by WordPress | Theme Designed by: Free WpThemes Blog | Thanks to http://www.porada.blog.onet.pl, site and this