Category Archives: Fotografia

Wikilovesmonuments, scattare non è vietato

pompei

Ancora poche settimane per dare il via al più grande concorso fotografico del mondo, Wiki Loves Monuments, dedicato ai siti museali, archeologici e ai luoghi d’arte d’Italia,

Magnum Photos – la fotografia d’autore online.

Magnum Photos è una cooperativa internazionale di fotografi, con agenzie principali a New York, Parigi, Londra e Tokyo, sedi minori in tutto il mondo.
Fondata nel 1947 da Robert Capa, David Seymour, William Vandivert, Henri Cartier-Bresson e George Rodger per dare un senso all’enorme lavoro di documentazione che questi grandi fotografi svolsero durante la seconda guerra mondiale, la Magnum è legata alle immagini più significative ed emozionanti del ventesimo secolo.
Il suo archivio contiene più di 350.000 foto disponibili online, che spaziano dal foto-giornalismo, ai documentari di viaggio, alla cronaca, ai reportage di guerra.
I podcast ed i videopodcast, fra i più autorevoli e seguiti al mondo, sono una vera miniera di suggerimenti ed esempi da studiare per chi è appassionato di fotografia.
Nello store è possibile ordinare i celeberrimi books fotografici direttamente online.

Villaggio dell’Arte. Il Matese, i suoi centri storici, il paesaggio.

Il 27 Marzo 2008 è stata inaugurata nella Sala Bianca della Reggia di Caserta la mostra fotografica “Il Villaggio dell’Arte” che documenta le diverse fasi del processo che ha portato alla realizzazione in cinque comuni del Parco regionale del Matese di 18 laboratori artistici ed altrettante installazioni temporanee o permanenti. Il progetto ideato e curato da paesaggio workgroup è l’esito di un’azione collettiva che ha coinvolto le istituzioni, la popolazione locale, artisti e architetti provenienti sia dall’Europa che da contesti extra-europei.

Le foto di Steve McCurry: scatti dell’anima.

Molti di voi ricorderanno questa bellissima fotografia. Forse una delle più belle foto di viaggio che siano mai state pubblicate. Steve McCurry fissò sulla pellicola gli immensi occhi verdi di Sharbat Gula a Peshawar, in Pakistan, all’interno di un campo profughi afghano, 1984, la fine dell’invasione sovietica.
Ricordo il rumore e la confusione di quel campo profughi, quasi vent’anni fa. Chiesi il permesso all’insegnante di entrare nella tenda della scuola femminile e fotografare alcune scolare. La più timida di loro mi diede il permesso di fotografarla ed io scattai qualche fotogramma. Quando rividi la pellicola fui sorpreso dalla calma, dalla tranquillità“.

”Helmut Newton – 72 ore a Roma”

72_ore_a_Roma.jpgIl 21 settembre, presso lo Shenker Culture Club (Placemark di Google Earth) di Firenze, è stata inaugurata una splendida mostra fotografica del grande Helmut Newton, “72 ore a Roma”. Nella suggestiva cornice di Piazza della Signoria, il celebre fotografo americano espone fino al 14 ottobre le immagini realizzate durante un breve soggiorno romano nella primavera del 1998. Famoso per i suoi artistici e raffinati nudi femminili, anche questa volta, pur con un soggetto così particolare, Newton non si smentisce e fa scivolare con grazia ed eleganza il suo obiettivo sui palazzi, per le strade, nelle piazze e lungo le scalinate come se fossero un corpo di donna.

Roma – libreria enoteca Peak Book

logo.jpgUna libreria di montagna. A due passi da Castel Sant’Angelo, nel cuore di Roma.

Ti accoglie un ambiente molto caldo, con scaffali ordinati e pieni di spunti. Il catalogo di libri è vastissimo: più di 3500 titoli, in italiano ed in lingua originale, che vanno dai manuali alpinistici ai reportage fotografici, ai saggi, alla narrativa.

Ci sono le bellissime guide di Versante Sud e moltissimi introvabili di case editrici specializzate e lontane dalla logica della grande distribuzione. Accanto ad essi trovano posto libri di viaggio, le immancabili lonely planet e tutto quello che un viaggiatore può desiderare, non soltanto per la montagna.

C’è un angolo dove ci si può rilassare, magari sfogliando, magari sorseggiando un Alto Adige passito o una Berta e scegliere la prossima destinazione accompagnandosi con uno degli ottimi vini dell’Arco alpino o delle 40 etichette diverse di grappe.

Ricchissima la cartografia. Sono raccolte le carte sentieri di tutto l’arco alpino e degli Appennini. Introvabile altrove la cartografia a colori 4Land Cartography, realizzata a partire da una base dati vettoriale e particolarmente adatta per chi usa il GPS.

E poi ancora in vendita gli ultimi modelli dei GPS Garmin e la possibilità, sempre mentre sorseggiate un buon vino, di navigare su internet e consultare la cartografia digitale.

Allestita anche un’esposizione e vendita permanente di foto d’autore.

Libreria enoteca Peak Book

via Arco dei Banchi 3/a 00186 Roma (centro, zona Corso Vittorio)

www.peakbook.it

 

Henri Cartier-Bresson. Omaggio a Roma – Ritratti


31 Maggio – 29 Ottobre 2006 Palazzo Braschi

“Non è la mera fotografia che mi interessa. Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà”.

Henri Cartier-Bresson era un ladro gentiluomo.

Forse il più grande fotografo del secolo scorso, riusciva con l’esercizio di infinita pazienza ed il suo grandissimo intuito, a fissare un’immagine -fosse di un luogo o di una persona- esattamente nell’attimo in cui avrebbe restituito l’essenza stessa del soggetto. Non un istante prima, non un istante dopo.

Scompariva, così, dalla scena per renderla assolutamente spontanea. La rubava.

Nel suo lungo girovagare, soggiornò spesso a Roma.

Powered by WordPress | Theme Designed by: Free WpThemes Blog | Thanks to http://www.porada.blog.onet.pl, Magazine WordPress Themes and FWTB