A Grado la storia tra cielo e golfo

lagunamovies-366x275

Dall’8 al 12 agosto si festeggia la decima edizione del Festival ‘Lagunamovies’, in programma fra il centro storico di Grado (Gorizia) e le isole della Laguna. Proiezioni, incontri e momenti di spettacolo, ma anche di degustazione dei sapori del territorio, scandiranno l’edizione di quest’anno, dedicata alla suggestione tematica del ‘volo’. ‘Volare. Upside down’, infatti, è il filo rosso che guiderà il pubblico in una navigazione ‘anfibia’ fra cielo e golfo, sul progetto promosso dal Comune di Grado. L’Adriatico fra le due guerre è il tema del percorso ‘acquatico’ di Lagunamovies 2013, che propone due itinerari nel tempo e nella storia: sulle tracce dei primi fuochi della Grande Guerra, nel cuore della Laguna, venerdì 9 agosto a bordo della motonave Nuova Cristina, e sul relitto dell’aereo B-24 affondato al largo di Grado lunedì 12. Durante la navigazione, i due eventi saranno scanditi da proiezioni di filmati, letture, dialoghi, racconto storico, e degustazioni. Venerdì 9 agosto, con partenza alle 17.30 dal Porto Vecchio di Grado, si andrà alla scoperta delle Trincee di Laguna, per assaporare storie e letture intorno alla Prima Guerra Mondiale nel Golfo di Trieste. A pochi mesi dall’avvio ufficiale delle celebrazioni per il centenario della Grande Guerra, Lagunamovies propone un percorso legato ai luoghi della Prima Guerra Mondiale incastonati fra Grado e Laguna. Il viaggio salperà verso l’Isola di Gorgo, che fu base per gli idrovolanti italiani e da cui partirono molte storiche missioni come, nel 1916, il famoso volo che costò l’occhio destro al ‘Vate’ Gabriele D’Annunzio; il viaggio farà tappa sull’isola di Anfora, Porto Buso dove, nella notte fra il 23 e il 24 maggio 1914, con l’aggressione del cacciatorpediniere Zeffiro contro la caserma austriaca dell’isola, si accendevano i primi fuochi ufficiali della Grande Guerra Mondiale sul confine italo-austriaco. Sarà un percorso ricco di colpi di scena con i dialoghi e le letture degli attori Adriano Giraldi e Maurizio Zacchigna, e con l’intervento dello storico Fabio Todero, special featuring il pilota Valter Basiola e il suo mitico idrovolante. Lunedì 12 agosto, con partenza alle 15 da Trieste e alle 16,30 da Grado, riflettori sulla seconda edizione del format ”In diretta dagli abissi”, un progetto di turismo subacqueo lanciato da Lagunamovies festival nel 2012 con l’escursione sul relitto del brigantino Mercure. Si riparte quest’anno con Missing in action: il volo spezzato del B-24, un’escursione sul relitto del bombardiere statunitense precipitato al largo di Grado negli ultimi mesi della Seconda Guerra Mondiale: per indagare i misteri del B-24 colpito nei cieli di Bressanone e caduto nel Mar Adriatico, scrutando nel relitto con gli occhi dei sub, in presa diretta dai fondali, grazie alla tecnologia della telecamera Rov che rimanderà, in tempo reale sui maxi schermi a bordo, la ‘passeggiata’ dei subacquei. Non è stato ancora ufficialmente identificato, ma in base alle ricerche piu’ recenti il B-24 dovrebbe essere un apparecchio del 449th Bomb Group abbattuto il 28 febbraio 1945. Fu colpito dalla contraerea durante un’incursione sui cieli di Bressanone, ma riuscì ad arrivare fino al Golfo di Trieste tentando un disperato ammaraggio. Nessuno degli undici membri dell’equipaggio sopravvisse all’abbattimento, solo i corpi di quattro di essi furono rinvenuti tra Grado e Chioggia, mentre gli altri sette sono a tutt’oggi considerati Missing in action, cioè dispersi.

Lascia un commento

Powered by WordPress | Theme Designed by: Free WpThemes Blog | Thanks to http://porada.blog.onet.pl/, this and this