Monthly Archives: October 2006

Frantoi aperti

L’Umbria apre le porte dei suoi frantoi per far conoscere l’olio nuovo grazie alla manifestazione Frantoi Aperti. Un modo nuovo per scoprire le tecniche di produzione e associare una breve vacanza con la scoperta delle tradizioni agricole della regione. Tutte le aziende che fanno parte del percorso sono ben distribuite su tutto il territorio umbro e la scoperta del Frantoio si potrà associare ad un gusto diverso (aromi che dipendono dal terreno, dalla quota, dalla raccolta), un panorama nuovo (colline, lago, vallate), una lavorazione differente (a freddo, in pietra, sgocciolamento naturale), una storia unica (le tecniche di varie generazioni racchiuse in un’ampolla d’olio). Degustazioni e visite guidate sono presenti in tutti i frantoi, ognuno si manifesta con un aspetto importante e diverso dagli altri: mini-visite al frantoio, macine in pietra ancora funzionanti, mostre ed abbinamenti con i prodotti tipici locali. Una manifestazione ormai consolidata che sa coniugare l’olio e il territorio con l’ambiente, la storia, la cultura e il turismo.

Tutti i Frantoi aderenti alla manifestazione apriranno ai visitatori il 4 e 5 novembre 2006, dalle ore 10.00 alle ore 18.00 (alcuni frantoi assicurano orari più ampi e differenti).

Informazioni Centro Agro Alimentare dell’ Umbria S.r. l. Via B. Cairoli, 38 – Foligno (Pg)- tel. 0742.344214, fax 0742.341001, e-mail info@umbriadoc.com.


Turin: the Valentino’s Park

Parco.jpgWhen  Turin is under a pleasant sun –it happens more often than most people think-, you could like to enjoy a nice walk in a place impressive but different from the traditional walk along Via Roma between Piazza San Carlo and Piazza Castello.



In that case, I strongly suggest you to spend some time in the marvellous Parco del Valentino. This famous green corner lays along the shores of the river Po at the back of the hills, between the monumental bridge King Umberto I and the bridge Princess Isabella. The origins of its name are not so sure: somebody names it after Saint Valentine because the relics of this young martyr of the third century are kept in a crystal shrine 1700 in in the church of San Vito, close to the park.

Un giorno viaggiando: i fondatori della Lonely Planet si raccontano

Cover Un giorno, viaggiando...

1970: lui e lei s’incontrano su una panchina di Regent’s Park. Hanno poco più e poco meno di vent’anni. Si piacciono e decidono di stare insieme. Di viaggiare insieme. Di attraversare l’Asia lungo la “rotta hippy” e di raggiungere l’Australia. Arrivano alla meta con 27 cent in tasca e decidono di scrivere una piccola guida per i molti che non conoscono la transasiatica, ma vorrebbero tanto sapere com’è. Nessuno vuole pubblicarla, così la stampano, la rilegano e la vendono da soli. Poi fanno un secondo viaggio e scrivono una seconda guida. Poi un altro viaggio ancora e un’altra guida ancora. Nel 1984 raggiungono il loro primo milione di dollari di fatturato. Oggi Tony e Maureen Wheeler sono i proprietari dell’impero editoriale che domina il settore.


A look through lens

Cupola_del_Brunelleschi.jpg Ho iniziato con una vecchia idea che ha poi dato come risultato una mostra pubblica intitolata “Terra di Lomello”, organizzata a Lomello appunto nel 1985, e sostenuta dallo stesso Comune. Il tema è la vita, il lavoro e il paesaggio di Lomello e della Lomellina.

Un altro paio di progetti che ho in mente riguardano i “Murales e graffiti” trovati a Milano e dintorni e “Il movimento”.

Ho preso ispirazione per la progettazione di questo sito principalmente da quattro photoblogs: Chromasia, Chromogenic, Orbit 1 e The Narrative, nella speranza che non se ne abbiano a male.

Comunque l’intento sarebbe quello di mantenere l’aspetto di “A look through lens” il più semplice e pulito possibile; lo scopo principale di questo sito è di mostrare immagini, nient’altro.

A look through lens, di Roberto Pagani 

Café du Globe

doisneau ragazza bistrotIl café du Globe
è in una via piccola in salita, dietro quella principale. Alle nove di
sera la luce è screziata dalla sagome che si agitano dentro. La Madame
che ti serve è gentile. Il primo tavolo è riservato per le due coppie
di mezza età che verranno a giocare a carte, con la loro lavagnetta
segna punti. Sulla vetrina c’è disegnato un mondo e scritto che il
pollo è la specialità principale, insieme alla tartara. Ci sono quadri
cubisti alle pareti, colorati e amorfi. Ogni tanto un seno nudo, uno
specchio, una rosa. Il bancone è antico. Alla tele corse dei cavalli.
Due uomini alle macchine del poker. Fumo dappertutto. Al Café du Globe la mescolanza tra la gente è strana, cosa che non si vede qui da noi.
Continua a leggere su Lasciare

powered by performancing firefox

A nice trip in Sardinia

Cala Coticcio Those who spend a holiday along the Sardinian coasts cannot find a place which does not spark intense sensations and emotions, but, in any case, they always hesitate to move to the northern part of the island due to the exaggerated prices of famous places such as Porto Cervo, Cala di Volpe or Porto Rotondo. At the far north, anyway, in front of the arcipelago of La Maddalena, you can stop at Palau without risking of getting ripped off.  This nice town, with an impressive and picturesque small port from which you can leave for daily trips to the nicest islands around, is closed between the majestic fortress of Monte Altura and the famous Capo d’Orso.

L’Umbria non è una fiction

L’Umbria è una terra ricca di misteri. Tante e tante piccolissime realtà che racchiudono segreti, storie uniche nel suo genere. Ma questa sua particolarità, per molti turisti che vengono nella nostra regione, passa in secondo piano. Già, perché Gubbio da città di Palazzo dei Consoli, della Fontana dei Matti e della Corsa dei Ceri, diventa semplicemente la patria di “Don Matteo”. Esattamente come Città della Pieve non è più la patria di Pietro Vannucci detto il Perugino, dei Duchi della Corgna e del Palio dei Terzieri, ma il luogo in cui viene girato “Carabinieri”. Per non parlare poi di Castiglione del Lago, dove è stata girata un’altra fiction, “Ricomincio da me”.

Powered by WordPress | Theme Designed by: Free WpThemes Blog | Thanks to porada.blog.onet.pl/, Magazine WordPress Themes and this